Corde vocali e polipi. 2/2

Le corde vocali di un cantante dopo un’operazione.

Questa è la seconda (e spero ultima) parte della Storia di un polipo alle corde vocali di mio marito Gabriele.

Come ben sapete mio marito è un musicista cantante e più o meno un anno fa (lo so, sono imperdonabile perchè non vi ho più detto com’era andata l’operazione e vi ho lasciato con il fiato sospeso…) ha riscontrato un polipo alle corde vocali. Qui la storia per chi se la fosse persa.

Cover Art by La Bottega di marika - Storia di un Polipo alle corde vocali
La copertina del CD Senza Parole prodotto durante il riposo vocale forzato. Il polipo lo insegue, ma Gabri è più veloce!! by La Bottega di marika

E’ stato operato alle corde vocali con una anestesia totale ed è rimasto in ospedale solo per una notte. L’operazione è andata benissimo ed è stata molto semplice, a dire dei medici (presi bene per aver utilizzato per la prima volta telecamere in 3D nella sua gola), poiché il polipo era davvero piccolo.

Sono stata in ospedale con lui e al ritorno dall’operazione era già sveglio. Nonostante la semplicità dell’intervento io ero agitatissima, insomma si tratta sempre delle corde vocali… e quando ti parlano di laser, non so voi, ma a me vengono solo alla mente le spade luminose e taglienti di Guerre Stellari.

eheheh 😀 !!

Nell’immediato post intervento, abbiamo tirato un sospiro di sollievo quando, a Gabriele, è scappato un “Grazie” (in teoria non avrebbe dovuto parlare essendoci sulle sue corde vocali una microferita) ed era la sua voce 😀 !! La sua BELLISSIMA voce. Non so se avete presente il timbro di voce di Gabri… Non credo di essere semplicemente io di parte con il salame nelle orecchie 😀 !!

Ci siamo procurati un blocchetto e il suo non poter parlare per una settimana è stato davvero duro. Non immaginavo tanto. Abbiamo avuto la bella idea di andarcene in Francia per allontanare Gabriele da amici e parenti e togliersi dalla naturale voglia di parlare loro. Peccato che in Francia il solo a parlare francese é Gabri, ma in qualche modo ce la siamo comunque cavata, io sono famosa per farmi capire a disegni e gesti… Ci sono abituata, sono così timida che sono una frana anche a parlare l’italiano. Non per nulla, quanti non mi conoscono mi scambiano sempre per una estera 😀 !!

Dopo i dieci giorni di silenzio sono iniziati i tre mesi di riposo canoro… e per un cantate è davvero una tortura. Aggiungi il fatto che cantare – e non solo suonare – è il lavoro di mio marito, la prova è stata notevole.

Come vi spiegavo anche nel post precedente, Gabriele – da zero – ha messo su in quattro e quattr’otto un nuovo album solo strumentale dal titolo Senza Parole. Avete già ascoltato la demo? Nooo?!! Allora ascoltatela adesso 😉 !! Naturalmente la copertina è una mia opera, qui si fa tutto in famiglia 😉 !!

Grazie a quel periodo di riposo vocale forzato, ha ampliato il suo repertorio e rinforzato ancor di più la sua tecnica strumentale, in particolar modo negli assoli. Come Mila (sì, avete capito bene classe 80, sto proprio parlando di Mila e Shiro due cuori nella pallavolo) quando si ruppe il braccio destro e questo la portò a schiacciare fortissimo anche di mancino <3 !!

Ma vogliamo parlare di quanto mi sia divertita a disegnare Mila <3 <3 ??!!

E con questo è tutto, la cronaca sulle corde vocali di mio marito volge al suo termine… Ah, dimenticavo, adesso ha ripreso a cantare… E si permette il lusso, a volte, di lasciare a casa il microfono e cantare senza amplificazione. Sentite un po’ qui <3 :

Se siete interessati a seguire Gabriele, come artista, vi consiglio vivamente di iscrivervi al suo Canale Youtube o pagina Facebook, non vi pentirete 😉 !! Parola di moglie e manager <3 !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*