Come dipingere un cero Pasquale

Come dipingere un cero Pasquale o decorare una candela – Tutorial.

Dipingere un cero Pasquale: quali colori usare senza spendere un patrimonio?

Dipingere un cero pasquale di cera.

L’anno scorso mi sono cimentata con un cero pasquale di cera d’api vera. Per decorare la cera (quindi anche per una qualsiasi candela) io mi sono trovata benissimo con i colori ad olio. Essendo composti da una materia “grassa” si aggrappano molto bene alla superficie. L’unico difetto sono i lunghi tempi di essicazione dell’olio, ma un mese dovrebbe essere sufficiente. Diluisci i colori con la trementina, al posto dell’olio di lino, e vedrai che l’asciugatura sarà più veloce 😉 !!

Decorare un cero pasquale di cera, con la tecnica del decoupage.

Il decoupage è un’altra tecnica per la decorazione, molto più semplice. Acquisti dei tovaglioli decorati o neutri, e ne usi solo un velo.

Oppure stampa uno dei miei disegni dalla Gallery Arte Sacra (quelli sul sito sono in bassa qualità, ma se desideri la scansione in alta risoluzione o un disegno personalizzato contattami.

Passi un leggero strato sulla candela di colla vinilica un po’ diluita e poi applichi il velo del tovagliolo (o del disegno stampato e ritagliato). Bisogna solo stare attenti a non fargli fare le pieghe.
Nel web si trovano tanti video tutorial in merito.

Visita la Gallery Arte Sacra

Scopri anche: I miei quadri ad olio


Circa la decorazione delle candele, Francesca di Lo Spirito creativo ci suggerisce:

“Se vi interessa, per le candele di cera (che si possono dipingere anche con gli acrilici) esistono degli appositi colori, le candle pen, che si possono usare sia direttamente dal tubetto (tipo Window color) sia a pennello”.

Grazie del consiglio Francesca !!


 

Dipingere un cero Pasquale di Plastica.

Scusate per la foto sfocata, ma era sera tardi e non avevo voglia di accendere la luce del faretto.

Il Tutorial che vi propongo oggi descrive, invece, passo passo come poter dipingere un cero Pasquale di Plastica.

Il parroco che mi ha dato la commissione si è procurato, in un negozio di arredo liturgico, quei classici ceri con attaccati adesivi raffiguranti fiori, agnelli, Gesù Risorti, croci, rose ecc.
Come primo passo ho preso della carta vetro e ho grattato via tutto, rendendo tutta la superficie del cero ruvida in modo uniforme.

Esistono anche ceri non decorati.
Se li volete dipingere con i colori Acrilici è bene comunque passarli uniformemente con la carta vetro o tela smeriglio.

Avevo buttato giù un bozzetto molto approssimativo e stilizzato ispirandomi al Preconio pasquale (è un testo poetico di annuncio solenne che viene cantato la notte di Pasqua durante la Veglia Pasquale. Viene anche detto Exsultet riprendendo la prima parola del testo). Il decoro principale dipinto a spirale sul cero rappresenta un tralcio di vite. Le terre dove è destinato il cero Pasquale sono abitate prevalentemente da vignaioli e produttori di vino.

Il tralcio rappresenta la terra e, con il suo protendersi verso l’alto, il cielo.

“O notte veramente gloriosa, che ricongiunge la terra al cielo e l’uomo al suo creatore!”  – dal Preconio pasquale –

La croce è formata dal tralcio e da una fiamma centrale da cui si irradiano fuochi più piccoli. Rappresenta il gesto che compiamo durante la veglia Pasquale: dal cero, che simboleggia Cristo, attingiamo la luce per accendere le nostre piccole candele.

“… nella solenne liturgia del cero… Pur diviso in tante fiammelle non estingue il suo vivo splendore, ma si accresce nel consumarsi della cera
che l’ape madre ha prodotto per alimentare questa preziosa lampada.”

– dal Preconio pasquale –

In alto ci sono poi le stelle che riprendono nuovamente i passi del preconio.

“… che questo cero, …risplenda di luce che mai si spegne. Salga a te come profumo soave, si confonda con le stelle del cielo. Lo trovi acceso la stella del mattino, questa stella che non conosce tramonto: Cristo, tuo Figlio…”

– dal Preconio pasquale –



Ma torniamo alla tecnica per dipingere un cero Pasquale di plastica. Ho riportato il disegno sul cero direttamente a pennello con dei semplici colori acrilici poco diluiti. La superficie ruvida, che ho creato precedentemente con la carta vetro, ha permesso al colore di non scivolare.

decorare un cero pasquale o candela

Prima ho steso il marrone e, dopo averlo lasciato asciugare (si può usare un asciugacapelli per accelerare i tempi) ho usato una lametta per creare l’effetto graffito.

Sono andata poi avanti aggiungendo gli altri colori (bianco, giallo, rosso e blu) e, una volta asciutti, ho dato qualche leggera pennellata di oro qua e là.

Cero pasquale

Infine, su tutto il disegno, ho spennellalo del Flatting lucido (è una vernice, generalmente composta da unsolvente, che crea un film trasparente in superficie, uno strato che proteggerà il dipinto).

Ed ecco come dipingere un cero Pasquale in pochi semplici passi e senza spendere una fortuna con l’acquisto di vernici.


Questo l’ho dipinto per la Pasqua 2021


GRAZIE per aver trascorso un po’ di tempo con noi: una creatrice di camper in miniatura (e non solo), a spasso con il suo marito musicista e il nostro Van dove abitiamo (chi siamo). Tutto quello che vedi nel sito, dai disegni alle piccole sculture, è opera mia. Se vuoi “salire a bordo” e seguire i nostri viaggi, i tutorial creativi (spesso riciclosi da realizzare anche con i tuoi bambini) e le ricette da viaggio, iscriviti alla newsletter mensile. Da subito un regalino per te!! Non mancheranno i dietro le quinte della mia minuscola Bottega virtuale e, in anteprima, solo per gli iscritti, tutte le mie NOVITA’ creative!!! La Bottega di marika é Arte in Camper !!!

Potrebbero interessarti anche…

La cosa più bella del mondo è,
naturalmente, il mondo stesso.
(Wallace Stevens)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.