l'estate in val d'aosta col camper

L’Estate in Val d’Aosta col camper

L’Estate in Val d’Aosta col camper è per gli amanti del fresco, del silenzio, delle passeggiate, della natura, dell’ordine e dei fiori…
Sarà banale, ma io rimango sempre incantata dalle fioriere scavate nei tronchi straripanti di coloratissimi fiori.
Le rotonde sono dei giardini in miniatura e anche il solo viaggiare in camper diventa una goduria…
Non un filo d’erba fuori posto, non una cartaccia per terra…
L’Estate in Val d’Aosta col camper è da provare 😉 !!

Lasciando il Piemonte, abituata ai vigneti delle Langhe e della Franciacorta (io sono una bresciana che abita in provincia di Cuneo), lungo il tragitto, mi soffermo sempre ad ammirare i monumentali Vigneti di Carema, ultimo comune dell’alto Piemonte. Sono vigne particolari, opera d’architettura e ingegneria, inerpicate sulle scoscese montagne, caratterizzate da piccole colonne di pietra e calce che sorreggono il pergolato in legno a sostegno delle viti.

La Val d’Aosta è, per Gabriele e me, una seconda casa (insieme alla Toscana), ci veniamo spesso e ti accompagnamo volentieri nei posti che abbiamo visitato.

Gressoney-Saint-Jean

Qui ci siamo stati una volta sola. E’ un minuscolo borgo ai piedi del monte Rosa. C’è solo una piazzetta circondata da abitazioni e deliziosi negozietti caratteristici ricchi di prodotti tipici e souvenir. Poco fuori dal centro abitato si può ammirare il suggestivo lago verde smeraldo Gover. Per saperne di più su una bella passeggiata nella Valle del Lys, partendo da Gressoney-La-Trinitè vi rimando al curatissimo blog dei nostri amici di Qua e là in camper.

Saint Vincent

Famosa per il suo Casinò e le prestigiose Terme, non è fra le nostre mete abituali (amiamo luoghi più tranquilli e gli autoparlanti gracchianti del centro sempre accesi non aiutano allo scopo), ma mi piace ricordare che ci sono venuta da piccola, quando ero ragazzina e facevo parte delle Majorettes di Lumezzane con il ruolo di Tamburina ?.

Castello di Fénis

Fénis è per noi il nostro hotel a miriadi di stelle. C’è un comodissimo carico/scarico che si affaccia sulla Dora Baltea e un tranquilissimo parcheggio gratuito dove passare la notte. Per chi ama la bici c’è una curatissima pista ciclabile, è una stradina rossa immersa nel verde che, ogni volta che vi passeggio, mi fa sentire Dorothy sulla strada di mattoni gialli che conduce ad Oz. Ma il vero protagonista qui è il Castello medievale, uno dei più famosi della Val d’Aosta e uno dei meglio conservati d’Italia. Visitabile anche all’interno pagando un biglietto d’ingresso.

L'estate in val d'aosta col camper
Castello di Fènis

Aosta

Aosta è antichissima (fondata dai Romani nel 25 a.C.) come lo testimoniano i resti romani e medievali che si possono ammirare in centro. C’è un’Area sosta apposita per i Camper, ma nella quale non ci siamo mai stati.
Cosa vedere di preciso ad Aosta?

Cogne

Per noi Cogne è stata una sorpresa. Al cospetto del Gran Paradiso è un comune molto bello e caratterizzato dalle tipiche abitazioni montane del centro storico. E’ sempre ricca di eventi e ci siamo stati proprio in occasione di un concerto di Gabriele. Purtroppo c’è divieto parcheggio camper ovunque e l’Area sosta, completa di elettricità e camper service, è a pagamento.

Rhemes-Notre-Dame

In Realtà a Rhemes non ci siamo andati col camper, ma, nel lontano 2013 ci siamo stati con la nostra sgangherata Punto blu appena dopo sposati e prima di partire per San Francisco. Siamo stati ospiti da due monaci del luogo e ci siamo fatti delle meravigliose passeggiate avvolti dal Silenzio. Il comune fa parte del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

E l’estate in Val d’Aosta col camper giunge al suo termine. Sulla via del ritorno per il Piemonte, però, non si può non notare l’imponente Forte di Bard. Dell’omonimo Borgo, il più piccino della Val d’Aosta, dicono che sembri uscito da una fiaba. Noi non ci siamo mai fermati (prima o poi lo faremo, ma il troppo turismo ci scoraggia sempre) e, per un tour come si deve, “passiamo la linea” nuovamente a Greta e Davide di Qua e là in camper 😉 !!

E per non perderti i nostri viaggi, i tutorial creativi (spesso riciclosi) e le ricette da viaggio, iscriviti alla newsletter mensile. Da subito un regalino per te!!

Potrebbero interessarti anche…

La cosa più bella del mondo è,
naturalmente, il mondo stesso.
(Wallace Stevens)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.